Come posso esserti utile?

Inflazione: perché darle la giusta importanza!

inflazione

Negli articoli precedenti, ho dato spazio alla cosiddetta “finanza comportamentale”, che analizza i motivi per i quali tendiamo a fare determinate scelte, oggi l’argomento è l’inflazione.

Quanti risparmiatori riescono ad avere una chiara visione del proprio reddito e del proprio patrimonio? A volte, non ci si riesce a raccapezzare neppure con penna, calcolatrice e carta a disposizione…

Ad esempio: molti investitori fanno spesso riferimento al valore “nominale” e non al valore “reale” del loro denaro. I prezzi e i redditi “reali” sono quelli che scontano l’inflazione che ha, a sua volta, un impatto importante sui rendimenti o gli interessi ottenuti.

Il tema dell’inflazione non è di certo secondario: basterebbe tornare al periodo della Repubblica di Weimar, momento nel quale la “iperinflazione” produsse un’ingentissima crisi economica e la prepotente crescita del nazismo in Germania. Non è un caso che l’attenzione sul tema “inflazione”, da parte delle autorità tedesche, sia stata altissima negli ultimi anni, condizionando, in parte, anche le politiche economiche della UE.

Ma sono tanti altri i Paesi che hanno dovuto fare i conti con i dati inflazionistici, soprattutto in Sudamerica; un esempio, la Bolivia è arrivata a toccare una crescita dei prezzi fino al 23.000% annuo

Nella vita di tutti i giorni, e di ognuno di noi, esiste qualche accorgimento che, applicato, può farci comprendere meglio la realtà economica che stiamo vivendo.

Uno di questi è la “Regola del 72“, la conoscete? E’ molto semplice: dividete per 72 il tasso di inflazione corrente. Il risultato che si ottiene (Es. Tasso Inflazione 3% per cui 72/3=24) rappresenta il numero di anni che il nostro capitale impiegherà per dimezzarsi… Naturalmente se, lo stesso, non produrrà interessi.

Quindi, anche in periodi di inflazione bassa come questi, è necessario investire bene il proprio denaro. Stiamo assistendo invece ad un fenomeno, diventato quasi una regola, che spinge ad accantonare e mantenere montagne di denaro ferme sui conti correnti a tassi zero.

Naturalmente non bisogna investire solo per ripararsi dall’effetto erosione dell’inflazione. E’ necessario farlo tenendo conto delle proprie caratteristiche da investitore, delle proprie esigenze, delle proprie entrate e del tempo che abbiamo a disposizione per raggiungere i nostri obiettivi finanziari.

Pierluigi Santacroce

Scegli l’argomento di Tuo interesse e richiedimi una consulenza gratuita – http://clicsu.net/24vBa

Autore
Pierluigi Santacroce Consulente Finanziario -"La mia esperienza in ambito finanziario ebbe inizio nel luglio del 1990 quando ricevetti il mio primo mandato di consulente finanziario da una società di intermediazione finanziaria. Nella mia trentennale esperienza ho svolto attività manageriali e di consulenza finanziaria in Italia e all'estero ed ora, in qualità di Private Banker e Group Manager di San Paolo Invest - Fideuram Intesa San Paolo Private Banking, offro ai miei clienti una qualitativa Consulenza e Tutela Patrimoniale."-

Un commento su “Inflazione: perché darle la giusta importanza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *